lunedì 29 luglio 2019
ultimo aggiornamento:

Che belle bestie.


Che belle bestie, dico a Elle appena le
vedo spuntare dalla pianta, bestie nel
senso positivo del termine.

Sono le zucchine, frutti grandi da fare
impressione, ma non solo loro, anche
le foglie, i fiori.

Sì, la pianta delle zucchine è una
gran bella pianta, cresce in fretta
e dona i suoi frutti subito.

Continua a fare zucchine per mesi
e mesi, incurante di insetti, caldo,
piogge … è forte, fortissima.

Produce così tanto che a volte ci si
scorda di prendere un suo frutto, e
lo si trova enorme, sotto le foglie.

A noi piacciono molto le zucchine, sia
cotte sia crude, nostra recente gran
scoperta crudista vegana.

Provate anche voi le zucchine crude,
tagliate alla julienne, come le carote,
con un po’ d’olio d’oliva.

Oppure, sempre tagliate alla julienne,
condite con un buon pesto, ci sembra
di mangiare spaghetti naturali.

Non vi parlo dei fiori, che da bambino
adoravo mangiare fritti, prelibatezza
meno sana, ma buona.

Insomma, della zucchina non si butta
nulla, le gran foglie, anche se non le
mangiamo, deliziano i nostri occhi.

8 commenti:

  1. Così giganti che una ci basta per primo e secondo!

    RispondiElimina
  2. Che bella cosa che hai detto... per non sprecare qualcosa che non si può usare si può almeno ammirarlo! 😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, grazie per il complimento: tento di essere il più poetico possibile con questi Versacci nell'Orto, e a volte, anche per caso, ci riesco 😎

      Elimina
    2. Il "caso", spesso, aiuta! Preziosi guizzi improvvisi!

      Elimina
  3. Quando la pianta si esaurirà e non farà più zucchine (prova anche quelle a buccia più chiara, sono migliori) potrai tagliare l'apice vegetativo, fin dove è tenero, con le sue foglioline piccine picciò e cuocerlo, così potrai dire di aver mangiato anche quelle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, grazie delle idee ... magari le proveremo con i pizzoccheri (credo possano sostituire coste e verze).

      Elimina

Se vuoi commentare, prima leggi la nostra informativa sulla privacy, per sapere come usiamo i tuoi dati (nome e indirizzo email che dovrai inserire per commentare). Letta? Ecco, adesso puoi commentare.

Aspetta!

Lo sai che mandiamo le nostre Lettere dall'orto con tutti i post del blog direttamente nella tua casella di posta? Per riceverle basta che ci dici il tuo nome e il tuo indirizzo email, scrivili qui >Lettere dall'orto di Elle e Alli.