domenica 19 maggio 2019
ultimo aggiornamento:

La Settimana Veg, una cosa seria e divertente.

Settimana Veg 2019 di Essere Animali
Domani 20 maggio inizia l'edizione 2019 della Settimana Veg di Essere Animali, e io e Alli abbiamo deciso di partecipare, perciò ci siamo iscritti qui. Abbiamo ricevuto subito il ricettario e tante informazioni, utili perché non solo spiegano le motivazioni più importanti per la scelta di mangiare solo cibi 100% vegetali, ma anche in cosa consiste questa scelta davvero. Le informazioni sbagliate che circolano sul web o che sono sulla bocca di amici e parenti allarmati, infatti, non si contano. C'è chi la prende sul ridere, c'è chi si innervosisce e si sente incompreso, c'è chi manda a quel paese tutti e va avanti da solo per la sua strada, e c'è anche chi fraintende tutto e diventa aggressivo. Essere Animali è un'associazione senza scopo di lucro per la difesa degli animali, fatta di persone che hanno preso la scelta veg come una cosa seria sulla quale sensibilizzare più persone possibile, ma anche come una cosa divertente da condividere sui social, da farne addirittura una sfida per una settimana, dal 20 al 26 maggio 2019, la Settimana Veg appunto.


Elle, Alli e la Settimana Veg.


Ci sono almeno tre motivi per scegliere un'alimentazione 100% vegetale, e io ho deciso di abbracciare questa scelta per tutti e tre i motivi (Alli invece è vegetariano per motivi etici). È vero che il tre è il mio numero preferito, ma se qualcuno mi dovesse dare un quarto motivo per essere vegana, ora come ora, farei mio anche quello, perché non solo sto molto meglio da quando sono vegana, ma penso che sia la scelta più giusta da fare. È una scelta, però, e come tale ognuno deve fare la sua, perciò oggi non sono qui per dirti di mangiare solo alimenti di origine vegetale da oggi in poi, ma sono qui per invitarti a una festa.

Noi abbiamo conosciuto Essere Animali a settembre 2018 e abbiamo firmato da allora molte delle loro petizioni per liberare gli animali dalla loro schiavitù al servizio dell'uomo, dai visoni ai pulcini, dalle mucche ai maiali, per non parlare dei pesci. Avevo scaricato dal loro sito il ricettario dell'edizione 2018 della Settimana Veg ma, come faccio sempre coi ricettari, li scarico tutti, do loro una scorsa veloce, dico “bello, buono” se le foto sono belle, poi me lo dimentico sul computer e, quando cerco una ricetta, perdo tempo su internet. Ma stavolta no: stavolta sono in tempo per partecipare alla Settimana Veg 2019, perciò ho scaricato il ricettario che mi hanno mandato con l'iscrizione e l'ho letto con attenzione dall'inizio alla fine.

Partecipare significa anche per me e Alli cambiare un po' le nostre abitudini, non perché non mangiamo mai cereali integrali o legumi o verdure a volontà, anzi, ma perché noi abbiamo un menù fisso settimanale, cioè ogni giorno sappiamo già quali legumi o cereali mangiare e come li dovrò cucinare. Cambiano solo le verdure della ricetta, perché la adattiamo alle verdure di stagione che sono disponibili nel nostro negozietto bio di fiducia (per esempio, da quando è iniziata la stagione dei piselli, li abbiamo trovati solo due volte). Va da sé che anche la partecipazione alla Settimana Veg non sarà rigida, ma adatterò le ricette proposte alle verdure che avremo a disposizione io e Alli. Ti consiglio di fare lo stesso, perché mangiare è un piacere, non deve essere stressante, e la Settimana Veg è una sfida se dovrai eliminare carne, pesce e latticini dalla tua alimentazione per sette giorni, ma non significa che devi impazzire per trovare gli ingredienti esatti delle ricette proposte. Né che ci sarà un vincitore, a meno che non partecipi al contest abbinato!

Settimana Veg 2019 di Essere Animali
C'è anche l'evento su facebook.

Naturalmente ho copiato il menù della Settimana Veg sulla mia agenda-diario per potermi organizzare meglio, e per fortuna nel ricettario ci sono i suggerimenti per le sostituzioni e i promemoria per mettere in ammollo per tempo legumi e cereali!

Tre buoni motivi per provarci, ma se sei qui te ne basta uno.


I motivi validi per scegliere un'alimentazione 100% vegetale sono tre: per la tua salute (studi e ricerche scientifiche lo dimostrano), per gli animali, che sono esseri viventi come noi (lo sono anche i vegetali, ma non hanno un musetto carino e due occhioni così, non parlano e non ti riconoscono quando ti vedono), e per l'ambiente.

Se ci segui qui nell'Orto di Elle e Alli, però, penso che ti basti sapere che mangiare solo vegetali è la cosa migliore e più semplice e meno costosa che puoi fare per contribuire a salvare il nostro pianeta dalla distruzione. È un contributo che dai per la lotta all'inquinamento, al cambiamento climatico, alla deforestazione, alla fame nei paesi del terzo mondo e a diverse guerre. Tutto semplicemente cambiando menù e, vedrai, anche punto di vista sulla tua capacità di cambiare il mondo. Ogni poco fa un assai, dice il proverbio, e se ci contiamo tutti assieme, noi che ci stiamo provando cambiando i piatti in tavola, non siamo poi così pochi!

Sul sito di Essere Animali e su IoScelgoVeg, il loro portale di ricette, trovi tutte le informazioni dettagliate, con tanto di numeri e di risposte alle obiezioni, a proposito delle tre motivazioni. Io adesso ti parlo delle motivazioni ambientali, perché se hai un orto biologico e hai a cuore anche tu come noi i temi dell'ecologia, non puoi non riflettere su questo aspetto della vita quotidiana. Dopo lascia pure un commento qua sotto con la tua personale riflessione, così ne parliamo tutti assieme.

Settimana Veg e Orto Biologico
Foto da publicdomainpictures.net.

Sette giorni per provare a cambiare: fallo per l'ambiente, perché:


  • la principale fonte di anidride carbonica, ovvero di inquinamento, è la produzione di carne, latte e uova, non nel senso che una gallina per fare le uova produce anidride carbonica, ma nel senso che per garantire una produzione costante di uova, latte e carne che soddisfi la richiesta di noi umani, si devono mantenere allevamenti che inquinano più di tutte le autostrade intasate nell'ora di punta e di tutte le fabbriche del mondo; è inutile fare le giornate ecologiche in città, se in periferia siamo circondati da allevamenti che lavorano giorno e notte per produrre carne da macello, latte e uova;
  • la deforestazione, cioè radere al suolo la foresta amazzonica e altre aree verdi del pianeta e dell'Italia, non è un hobby, ma è una necessità dell'industria della carne, perché gli allevamenti richiedono spazio: per i capannoni, per far pascolare gli animali, per coltivare i cereali usati come mangimi; l'allevamento ha causato, e causa, il 90% delle deforestazioni in Amazzonia, e se pensi che sia troppo lontana per curartene, sappi che è il polmone di tutta la Terra, cioè il luogo in cui gli alberi trasformano l'anidride carbonica in ossigeno utile a tutto il mondo, e noi umani, lo sai, non viviamo di anidride carbonica: per noi è vitale l'ossigeno!;
  • lo spreco di acqua, fonte preziosa di vita per noi umani, per gli animali e per le piante, usata per la produzione industriale di carne, latte e uova, è enorme; perché non solo gli animali nell'allevamento devono bere, ma tutta la produzione di carne richiede acqua: pensa a quanta ne sprecheresti se ti lavassi nella vasca da bagno piena d'acqua anziché farti una doccia veloce; ora moltiplica quell'acqua per diciassette e otterrai l'acqua che viene consumata per produrre un burger di manzo, poi moltiplica per i membri della tua famiglia e dopo calcola per quanti anni non ti dovrai più lavare per recuperare l'acqua di quella carne macinata che hai usato una volta sola per una cena sola...
  • ci sono molte persone povere nel mondo, persone che muoiono di fame, denutrite, che si ammalano facilmente o muoiono per un raffreddore perché non mangiano abbastanza e sono deboli; da ogni parte associazioni ci chiedono soldi per aiutarli e noi che non riusciamo a finire il mese a casa nostra, vero? Eppure queste persone non abitano in paesi poveri: hanno campi da coltivare, risorse idriche ed energetiche. Purtroppo però quei campi sono tutti destinati alla coltivazione di cereali (soia, mais e non solo) che vengono portati a casa nostra per nutrire gli animali da allevamento. Pensa se ognuno di noi umani mangiasse vegetali: invece che per mettere all'ingrasso tutti gli animali d'allevamento del mondo, le distese coltivate a cereali potrebbero essere sfruttate per coltivare cereali, legumi e verdure per nutrire noi e pure i poveri, e nessuno morirebbe di fame!
Cambiare tutto questo è un'utopia? No, è vegan (cit.), e puoi contribuire anche tu cambiando menù per una settimana.

Settimana Veg 2019: fallo per l'ambiente

Chi ci accompagna nella Settimana Veg:

  • la dottoressa Silvia Goggi, medico nutrizionista, specialista in Scienza dell’Alimentazione, nella sua attività clinica si occupa di avvicinare le persone di tutte le età a pianificare al meglio un’alimentazione vegetale. Mamma di due bambini vegani, passa buona parte del suo tempo libero a leggere libri di cucina (e da poco ne ha anche scritto uno!). Segui le sue pillole di nutrizione su Veggie Channel;
  • la food blogger Betti Taglietti, dottoressa in Biologia della Nutrizione e Tecniche Erboristiche, blogger del sito www.bettitaglietti.com, cucina e insegna a cucinare in modo sostenibile. Si occupa di divulgazione ed educazione alimentare ed è la Food Policy Manager di Essere Animali. Parla anche di (e alle) piante, ma questa è un’altra storia. Calcola l'impronta ecologica della tua alimentazione.
  • Francesca e Chiara, chef a domicilio di Cibo Supersonico, esperte di cucina - se proprio devono darsi un’etichetta - "totalmente plant based e per quanto possibile basata sull’autoproduzione"; le trovate sul sito cibosupersonico.com e su youtube.
Che ne dici? Sei dei nostri? Noi speriamo di sì, così ci facciamo compagnia in questa avventura!
Ricapitolando: vai >qui sul sito dedicato alla Settimana Veg 2019, iscriviti, scarica il ricettario che ti manderanno via mail e aspetta con trepidazione domani per cominciare.

Importante: tutte le foto tranne una sono prese dai siti essereanimali.org e ioscelgoveg.it, mentre i testi delle tre mini biografie sono presi dal ricettario della Settimana Veg 2019.

2 commenti:

  1. Sarà una bella settimana dove imparemo altre cose nuove sull'alimentazione sana e vegetale ... speriamo lo facciano in molti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho già messo a bagno i cereali di oggi. Le lenticchie invece non hanno bisogno di ammollo... Non vedo l'ora di assaggiare le polpettine!

      Elimina

Se vuoi commentare, prima leggi la nostra informativa sulla privacy, per sapere come usiamo i tuoi dati (nome e indirizzo email che dovrai inserire per commentare). Letta? Ecco, adesso puoi commentare.

Aspetta!

Lo sai che ogni mese mandiamo le nostre Lettere dall'orto e, se vuoi, anche tutti i post del blog direttamente nella tua casella di posta? Per riceverle basta che ci dici il tuo nome e il tuo indirizzo email, scrivili qui >Lettere dall'orto di Elle e Alli.