lunedì 8 aprile 2019
ultimo aggiornamento:

Programmare l'orto per l'estate: cosa seminare ad aprile.

Programmare l'orto per l'estate: cosa seminare ad aprile.
Siamo ad aprile e, a seconda delle regioni d'Italia, è iniziata la primavera trionfante oppure la stagione delle piogge. Questo è il periodo in cui ci si impigrisce un po' di più (aprile dolce dormire, diceva il proverbio), e sia il sole che la pioggia possono accentuare questa sensazione di pigrizia, ma non in un orto biologico! Aprile infatti è il periodo giusto per programmare l'orto per l'estate, per seminare in semenzaio gli ortaggi più famosi del mondo (pomodori, zucchine, broccoli), ma anche quelli meno nominati ma altrettanto fondamentali se si vuole mangiare anche in autunno.

Procurarsi i semi da seminare ad aprile.


Iniziamo comprando le sementi biologiche di tutti quegli ortaggi di cui non abbiamo conservato i semi l'anno scorso. A noi mancavano all'appello, nel nostro triplice inventario (semi comprati, semi auto-prodotti e semi da comprare): bietole, broccoli, finocchi, lattughe, radicchio e rucola. Praticamente io e Alli questi ortaggi abbiamo finito di mangiarli in questi giorni, tranne le bietole, che sono lentissime e per questo motivo quest'anno vogliamo seminarle già ad aprile-maggio, e la rucola, che l'anno scorso non abbiamo coltivato, ma ci siamo accontentati di uno sparuto ciuffetto spontaneo apparso fra il rosmarino e la calendula. La rucola ci è mancata: nel 2017, avevamo non un'aiuola ma un bosco di rucola!, ricordi? Vogliamo di nuovo quel boschetto!

Programmare l'orto per l'estate: quali semi ci mancano?
I miei tre inventari delle sementi: comprate, auto-prodotte, da comprare.

Programmare le semine.


Tutti questi ortaggi si possono seminare ad aprile e maggio (alcuni anche prima, altri anche dopo), e questa informazione è bene controllarla prima di fare l'acquisto, dato che di ogni ortaggio esistono diverse varietà con diversi periodi di semina e anche diversa resistenza al freddo e al caldo. Sia sulle bustine che sulla scheda prodotto (se compri online) ci sono spesso tutte le informazioni che ti servono per decidere quale varietà comprare per il tuo orto biologico. A me per esempio piaceva un radicchio che però si può seminare solo da giugno, e noi quest'anno vogliamo provare ad anticipare tutte le semine per vedere se riusciamo a campare di orto anche in autunno-inverno, che finora per il nostro orto è stata quella stagione critica in cui abbiamo molte piantine, ma tutte piccoline, e quando sembra che stiano per crescere arriva l'inverno e si fermano fino alla primavera. E Alli, essendo veneto, il radicchio in primavera non lo concepisce: lui in questo periodo ha in mente solo gli asparagi (ma quelli non li coltiviamo!).

Programmare l'orto per l'estate: quali semi abbiamo comprato.
Il nostro ordine di sementi biologiche da seminare ad aprile e maggio.

Programmare l'orto per l'estate: quando seminare e dove.
L'inventario dei semi da comprare comprati, con le nuove informazioni di semina.

Ora che abbiamo compilato la paginetta dell'inventario, correggendo eventuali divergenze tra i periodi di semina generici che io avevo segnato già a gennaio (prendendoli dalla mia tabella delle semine mese per mese* che è, appunto, generica sia per varietà di ortaggio che per zona d'Italia o clima), possiamo decidere chi seminare per primo e chi più avanti: la programmazione dell'orto per l'estate consiste in questo. Noi abbiamo alcune aiuole occupate, altre no, ma se tu stai coltivando per la prima volta non hai questo problema. In ogni caso, se davvero vuoi coltivare tutti e sei questi ortaggi, considera anche il tempo che hai a disposizione per occuparti di tutti loro: nelle bustine di semi a volte si parla anche di esigenze di coltivazione; sicuramente in tutte le bustine ci sono le indicazioni dello spazio che ti servirà per ognuno di questi ortaggi, altrimenti puoi usare anche in questo caso le mie tabelle generiche (delle distanze di semina*), infatti lo spazio che ti serve è un altra cosa importante da considerare a questo punto, come spiegavo anche nel post Come scegliere gli ortaggi giusti da coltivare.

Programmare l'orto per l'estate: mappa dell'orto sull'agenda
L'orto disegnato a gennaio non era perfetto: mancavano i pomodori e i broccoli - sacrilegio!

Per Elle e Alli la situazione è la seguente.


Bietole: programmate per l'aiuola 3, dove semineremo i fagiolini e dove trapianteremo la verza: vivranno tutti e tre assieme almeno per un po', sopratutto se le bietole, seminate già ad aprile, non saranno lente come al solito; la verza, come i broccoli (stessa famiglia), si può seminare in primavera (noi l'abbiamo seminata a fine marzo); le bietole si seminano in luna calante in semenzaio (compriamo >qui i semi di bietola biologici*).

Programmare l'orto per l'estate: seminare bietole ad aprile
Quella volta che le bietole ci son venute bene (2018).

Broccoli: programmati solo a parole, non avevano un'aiuola dedicata, visto che nella rotazione per il 2019 mi erano sfuggiti; ma mentre toglievamo l'erba dall'aiuola 7, io e Alli ragionavamo sull'aiuola 9 (aggiunta l'anno scorso per i meloni, e rimasta vuota durante l'inverno), grandissima, e sull'aiuola 8, piccola e sfortunata (dopo il primo anno non è più cresciuto nulla lì, e i cavoli cappucci trapiantati in autunno, anziché crescere si sono rimpiccioliti!); abbiamo così trovato la soluzione sia alla dimenticanza, sia alle diverse dimensioni delle aiuole che ci mettono in difficoltà quando si tratta di passare da cavoli cappucci striminziti a bestie come i pomodori, che ogni anno crescono come dannati (e considera che a marzo ho seminato solo 45 vasetti con tre semi ciascuno e sono germogliati quasi tutti, che schifo i pomodori); quindi faremo così: i pomodori nella 9, dopo un breve sovescio di grano saraceno, e prima dei broccoli. Semplice. I broccoli li seminiamo a maggio, in semenzaio e in luna crescente (compriamo >qui i semi di broccolo biologici*).

Programmare l'orto per l'estate: seminare broccoli ad aprile
Belli i fiori di broccoli, ma preferiamo i broccoli (foto 2018).

Finocchi: programmati per l'aiuola 1, dove abbiamo appena seminato le lenticchie, che diverranno un folto bosco e che non mangeremo, perché non è esattamente una coltivazione da orticello, dato che ogni pianta fa pochissime lenticchie (noi le coltiviamo per nutrire il terreno, visto che sono legumi); finora non abbiamo mai seminato con successo i finocchi, e altrettanto fallimentare si è rivelato comprare all'ultimo momento le piantine (e mai biologiche, purtroppo, perché non abbiamo vicino a noi vivai biologici in cui comprare le piantine**); ritenteremo con semi biologici, seminandoli in semenzaio in luna calante (compriamo >qui i semi di finocchio biologici*).

Programmare l'orto per l'estate: cosa seminare ad aprile
Prossime semine: i semi si assomigliano all'interno della stessa famiglia.

Lattuga: programmata per due aiuole, in cui non sarà mai sola, precisamente nell'aiuola 1 con i finocchi, nella 10 con spinaci e cetrioli; con la lattuga abbiamo avuto successo ad anni alterni, ma noi non ci abbattiamo e continuiamo a seminarla in semenzaio, sperando che nasca e non muoia tanto presto; in caso contrario, un ultimo tentativo estremo sarà quello della semina direttamente in campo, per questo motivo vogliamo seminarla subito e avere così il tempo di seminarla ancora più avanti; in ogni caso abbiamo scoperto che la lattuga, che per noi era sinonimo di insalate estive a volontà, è un ortaggio che odia il caldo, originario della Siberia, preferisce l'inverno e infatti l'anno scorso ci ha accompagnati sino alle porte della primavera; la varietà che abbiamo comprato può essere seminata già ad aprile, naturalmente in luna calante, e noi ci proviamo (compriamo >qui i semi di lattuga biologici*).

Programmare l'orto per l'estate: seminare lattughe ad aprile
Le nostre lattughine di inizio 2018.

Radicchio: programmato per l'aiuola 5, dove starà assieme ai ravanelli e poi alle melanzane, una consociazione già sperimentata con successo, nonostante il radicchio sia un ortaggio poco propenso a fare come diciamo noi: a volte non diventa rosso (il colore è favorito dal freddo), altre volte è rosso ma resta piccolo, altre volte ancora si sveglia all'improvviso quando ormai la stagione è finita e noi, che lo stavamo aspettando da mesi, non possiamo tutt'a un tratto formalizzarci; eppure siamo fiduciosi, sentiamo che il 2019 sarà l'anno del radicchio ;o) quindi lo semineremo in semenzaio in luna calante (compriamo >qui i semi di radicchio biologici*).

Rucola: non era programmata e, visto che è della stessa famiglia dei cavoli, faremo fatica a trovarle un posticino, ma siccome la vogliamo e poi non ha grosse esigenze di coltivazione (diversamente dalle altre brassicacee), penso che riusciremo nell'intento di avere un bosco di rucola, a costo di scavare nel prato un'altra aiuola (l'undicesima!) di cui occuparci anche l'anno prossimo, ovviamente, mica facciamo le aiuole temporanee (e così, i buoni propositi di non ingrandirci salteranno anche nel 2019); la semineremo direttamente in campo, a spaglio, in luna crescente (compriamo >qui i semi di rucola biologici*).

Programmare l'orto per l'estate: seminare rucola ad aprile
La nostra rucola (e una patata??) nel 2017.

Programmare l'orto per l'estate: seminare rucola ad aprile
Il famoso bosco di rucola!

Programmare da zero l'orto per l'estate.


Tutti questi calcoli di rotazione e avvicendamento, noi li facciamo perché ormai coltiviamo il nostro orticello per il quinto anno di seguito, ma all'inizio facevamo un po' a casaccio. Diciamo che non credevamo che la cosa sarebbe andata a buon fine quando, nel 2015, abbiamo interrato quelle patate germogliate in cucina. Ma è stato così, e ora siamo arrivati a volere (e avere) quasi quaranta ortaggi, che vanno gestiti in modo che il terreno non venga sfruttato troppo e che non vengano attirati insetti nocivi e parassiti. Ma se tu coltivi per la prima volta o per il secondo anno, hai senz'altro un po' più di libertà nella scelta e nella disposizione degli ortaggi nelle varie aiuole (ovviamente se hai lo spazio per tutti).

In questo caso puoi anche consociare questi sei ortaggi in una rotazione di quattro anni in quattro aiuole, per esempio:

  • aiuola 1: lattughe e finocchi, come faremo anche noi
  • aiuola 2: broccoli (o altro cavolo) e bietole
  • aiuola 3: radicchio (famiglia delle composite, come le lattughe), puoi lasciarlo da solo, se ti piace molto e ne vuoi tantissimo, oppure scegliere una consociazione con i pomodori o, come faremo noi, con le melanzane
  • aiuola 4: rucola (famiglia dei cavoli) da sola, se vuoi anche tu un boschetto

In tutte le aiuole puoi aggiungere il tagete o la calendula, che aiutano a difendere l'orto dai parassiti, e ricorda di inserire nella programmazione di queste aiuole i legumi o un sovescio, facendo rotare anche questa coltivazione, in modo da ripristinare le sostante nutritive del terreno, sopratutto dopo i broccoli e i pomodori o melanzane. Per esempio prima del bosco di rucola puoi coltivare un legume, e dopo averlo raccolto, in estate, semini la rucola. Ti rimando alla tabella delle esigenze colturali* per questi altri calcoli.

Agenda-diario dell'orto e tabelle in pdf.


*Tutte le tabelle nominate in questo post e segnate da un asterisco sono già disponibili nell'orto segreto, mentre la chiave dell'orto segreto te la mandiamo se ti iscrivi alle nostre Lettere dall'orto, la newsletter di Elle e Alli che arriva ogni quattordici giorni secondo la luna. Con la newsletter mandiamo ogni mese anche l'agenda-diario del mese, quella che vedi in queste foto, così puoi programmare il tuo orto biologico per l'estate e organizzarti con le cose da fare: se hai poco spazio non possiamo regalartene in più, ma se hai poco tempo un'agenda può aiutarti a incastrare tutto. Bando alle ciance, l'estate non aspetta, clicca qui e iscriviti, io e Alli ti aspettiamo.

Programmare l'orto per l'estate: mappa dell'orto ad aprile
Programmare l'orto per l'estate: cosa seminare ad aprile.

**In ogni caso un vivaio di piantine biologiche non venderebbe le piantine fuori tempo massimo, perché ogni ortaggio va coltivato nel suo periodo ottimale e non costretto a una vita faticosa quando la stagione è ormai finita; fermo restando che non ci sono più le mezze stagioni.

Leggi anche Programmare l'orto per l'estate: cosa seminare a maggio.

*Importante: per essere sicuri di trovare sempre i semi che ci servono, visto che qui vicino non abbiamo vivai o rivendite di piante e semi biologici, noi li compriamo online su Macrolibrarsi. I link che ti proponiamo sono affiliati, leggi qui cosa significa (anticipazione: non significa che devi comprare).

5 commenti:

  1. I buoni propositi di non ingrandire l'orto... come i miei di non buttarmi su nuove tecniche finché non padroneggio meglio le ultime scoperte ma poi son sempre lì che penso e ripenso a certe idee... maledette meravigliose tentazioni! 😅

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è proprio possibile non cedere! L'orto l'abbiamo ingrandito restando nei limiti della rete che lo circonda (un compromesso) e, come ho appena confessato da te, ora voglio fare il ritratto alle nostre piantine! Mi sono data il resto del 2019 per imparare ihih ^_^

      Elimina
    2. Ti conviene però forse concentrarti su una piccola selezione, per iniziare ad imparare: è una voglia appassionantissima ma niente affatto facile! Beh poi certo dipende dagli obiettivi, se vuole essere "solo" un passatempo senza troppe pretese potresti anche riuscire a ritrarle tutte o quasi... comunque, buon divettimento! :-D

      Elimina
    3. Sì, sì, non voglio scrivere un libro ;) Disegnare è un'attività rilassante tanto quanto fare l'orto, vorrei unire le due cose. Mi affascinano i disegni di fiori di campo, e mi sono sempre piaciute le storie di botanici che viaggiavano e stdiavano le piante disegnandole sul loro diario. Il mio scopo però è riprendere a disegnare e rilassarmi al contempo.
      Oh, poi se viene scrivo anche un libro ahahaha!

      Elimina

Se vuoi commentare, prima leggi la nostra informativa sulla privacy, per sapere come usiamo i tuoi dati (nome e indirizzo email che dovrai inserire per commentare). Letta? Ecco, adesso puoi commentare.

Aspetta!

Lo sai che ogni mese mandiamo le nostre Lettere dall'orto e, se vuoi, anche tutti i post del blog direttamente nella tua casella di posta? Per riceverle basta che ci dici il tuo nome e il tuo indirizzo email, scrivili qui >Lettere dall'orto di Elle e Alli.