lunedì 25 febbraio 2019
ultimo aggiornamento:

Le patate sono l'ortaggio più facile da coltivare.

Le patate sono l'ortaggio più facile da coltivare.
Secondo il modesto parere di Elle e Alli, le patate sono l'ortaggio più facile da coltivare. Su cosa ci basiamo per dirlo? Sul fatto che ogni volta che abbiamo interrato patate, sono nate patate, magari non i fiori, non la pianta, ma sotto terra le patate c'erano. Sulla qualità delle patate nate senza pianta non vogliamo discutere, cosa ne sappiamo noi, ma converrai anche tu che quando stai iniziando a fare l'orto, e non sai cosa fare né quando, vedere che le patate se la cavano da sole è decisamente incoraggiante.


Come seminare le patate.


Il metodo più veloce per seminare le patate in un orto biologico è comprate patate biologiche e lasciarle germogliare in cucina; puoi mettere questa attività in agenda, fra le cose da fare a gennaio-febbraio, oppure puoi fare buon viso a cattivo gioco quando prendi le patate per preparare la cena e scopri che sono germogliate tutte. Le patate germogliate, infatti, e quelle con la buccia un po' verde, sono tossiche e non si possono mangiare: ecco perché io e Alli abbiamo iniziato il nostro orticello biologico qualche anno fa. Quindi non mangiare e non buttare le patate germogliate per caso!

Per far germogliare le patate servono luce e calore, come per qualsiasi seme, anche se nel caso delle patate è rarissimo che si semini da seme, a livello domestico, dato che il seme delle patate è molto lento a germogliare, al contrario della patata già matura. Puoi interrare anche patate non germogliate, ma ci impiegheranno un po' di più a germogliare direttamente sotto terra.

Le patate sono l'ortaggio più facile da far germogliare
Le patate sono l'ortaggio più facile da far germogliare.

Prendi le patate coi germogli e, se sono molto grandi, tagliale a pezzi facendo in modo di non spezzare i germogli, e controllando che per ogni pezzo di patata ce ne siano due o tre. Questi pezzi sono i tuoi semi di patata, ma prima di interrarli devi lasciarli qualche giorno all'aria in modo che la parte tagliata si secchi un po', altrimenti può provocare marciumi sotto terra. Per seminare le patate devi anche aspettare la luna calante, ricorda.

Le patate sono l'ortaggio più facile da far germogliare
Taglia le patate germogliate a pezzetti.

Il terreno per le patate deve essere morbido, perché loro crescono sotto terra e devono potersi ingrossare senza lottare contro un terreno che sembra cemento armato. Se il tuo terreno, adesso a febbraio, non è morbido puoi mescolarlo con compost maturo o con terra biologica. Non usare invece compost pronto (avresti dovuto pensarci a dicembre) né tanto meno compost fresco (avresti dovuto pensarci in autunno), perché il loro potere fertilizzante è troppo forte per le patate, che non amano terreni troppo ricchi.

Le patate sono l'ortaggio più facile da seminare
2016: le distanze di semina erano facoltative :o)

Quando interri i pezzetti di patate ricorda di rispettare le distanze di semina*, altrimenti avrai un raccolto misero oppure patate piccole. Non è grave, se parti da buone patate e il terreno è buono, avrai patate saporitissime anche se sono poche o se sono piccole; però vuoi mettere la soddisfazione di riempire una cassetta intera di patate biologiche coltivate da te? Il pezzetto di patata va messo direttamente in campo, in piccole buche in terra, con i germogli rivolti verso l'alto (diventeranno le foglie della patata, quando usciranno dal terreno); ricoprili di tanta terra: le patate non devono mai ricevere la luce del sole direttamente, altrimenti diventano verdi e sviluppano sostanze tossiche (la solanina).

Le patate sono l'ortaggio più facile da seminare
Le patate vanno ben coperte di terra e regolarmente rincalzate.

Come coltivare le patate.


Coltivare le patate è abbastanza semplice, anzi io e Alli diremmo che proprio le patate sono l'ortaggio più facile da coltivare, perché germogliano già in cucina, si adattano a qualsiasi clima (tranne alle gelate) sia di pianura che di montagna, lavorano sotto terra e a volte non si vede nulla in superficie, ma se scavi un pochino, di nascosto, le vedi, sono lì, e praticamente l'una cosa di cui hanno bisogno è che tu non scavi, ma aspetti fino a luglio-agosto, e anzi aggiungi terra regolarmente, in modo che le patate non vedano mai la luce del sole. Fai conto che le patate nell'orto sono come i vampiri.

Le patate sono l'ortaggio più facile da coltivare
Da febbraio ad aprile si formano i germogli, che spuntano dalla terra, inverdiscono e...

Le nostre patate del 2018 le abbiamo seminate il 10 febbraio, ad aprile c'erano già le prime piantine.

Le patate sono l'ortaggio più facile da coltivare
Piantine di patate dopo due mesi dalla semina.

Le patate sono l'ortaggio più facile da coltivare

Le patate sono l'ortaggio più facile da coltivare

Assieme alle patate noi seminiamo in consociazione sempre il lino, usando i semi di lino biologici che compriamo per mangiarli (questi*): li buttiamo fra una piantina di patate e l'altra a marzo-aprile, nemmeno un mese dopo spuntano già le prime piantine di lino, utilissime per tenere lontana la dorifora, un insetto molto ghiotto di piante di patata.

Coltivare le patate in consociazione col lino
Una consociazione utilissima è quella tra patate e lino.

A maggio le piantine erano grandi e alcune avevano i primi fiori.

Le patate sono l'ortaggio più facile da coltivare
Patate fiorite. I fiori attirano le api, insetti amici dell'orto.

Le patate sono l'ortaggio più facile da coltivare
Fiore di patata appena nato.

Ad agosto, come ogni anno, abbiamo raccolto le nostre patate.

Coltivare le patate in un orto biologico

Coltivare le patate in un orto biologico

Come raccogliere le patate.


Serve la forca, ma anche no. Siamo a casa nostra, nel nostro orticello biologico, evitiamo questi strumenti invasivi e, visto che le patate sono sotto terra, per scavare usiamo le mani guantate. Il problema delle patate, se proprio vogliamo dirne uno (l'unico), è che si distribuiscono sotto terra senza seguire una mappa: ognuna nasce e cresce dove le pare. Quindi quando inizi a scavare non sai mai fino a dove dovrai arrivare, e non parlo solo di profondità (se il terreno non era stato ben lavorato e la terra non è di medio impasto, non vanno troppo in profondità, vedrai), ma anche di estensione: se ne fregano se tu avevi destinato loro quell'aiuola, alcune sconfinano nell'aiuola a fianco, e lo scoprirai solo scavando. Se ne trovi poche, quindi, non demoralizzarti, perché le tue patate potrebbero essere un po' più in là.

Coltivare le patate in un orto biologico


La regola prevede che le patate si raccolgano quando la pianta si è seccata. Ti presentiamo alcune... eccezioni che abbiamo fatto io e Alli:
  1. il primo anno la pianta non è mai diventata gialla, non ha nemmeno fatto fiori
  2. il secondo anno non è nata proprio nessuna pianta, ma sottoterra c'erano le patate (piccoline)
  3. il terzo anno la pianta è cresciuta rigogliosa, è fiorita da maggio a giugno, ma non si è seccata.
La nostra spiegazione amatoriale è che il clima da noi sia troppo umido, eppure non è il sole che secca la pianta, è la pianta che è arrivata alla fine del suo ciclo, quindi dovremmo aspettare settembre. Noi non ci fidiamo mai, perché a settembre ricominciano le piogge dopo la breve pausa di fine agosto, questo è certo, e un'altra regola per le patate vuole che si raccolgano in una splendida giornata di sole (non scherzo) e che si lascino sul campo ad asciugare per alcuni giorni prima di essere conservate. Questo perché le patate umide possono marcire o attirare muffe o altro, e non è la condizione ideale per la conservazione.

Coltivare le patate in un orto biologico

Perciò noi non abbiamo mai aspettato che la pianta seccasse, nemmeno quando la pianta c'era, ma ogni anno ad agosto, in una splendida giornata di sole, abbiamo raccolto le nostre patate.

Coltivare le patate in un orto biologico
Il raccolto 2016.

Coltivare le patate in un orto biologico
Il raccolto 2018.

Tabella delle distanze e delle temperature di semina.


*Per tutte le colture, non solo per le patate, puoi consultare la tabella delle distanze e delle temperature di semina che è a disposizione nell'orto segreto. È un pdf che puoi scaricare gratuitamente e stampare, per inserirlo nella tua agenda dell'orto e consultarlo all'occorrenza. Ora inizia il grande periodo delle semine, non vorrai mica imparare tutto a memoria! Nell'orto segreto, da questo mese, c'è anche la nuovissima tabella delle rotazioni, così se non è il primo anno che coltivi, puoi controllare dopo quale ortaggio si possono coltivare le patate per evitare che non abbiano abbastanza nutrimento e anche per evitare di sfruttare troppo il terreno.

La chiave per l'orto segreto ti arriva se ti iscrivi a Lettere dall'orto, la newsletter di Elle e Alli che mandiamo ogni quattordici giorni secondo la luna: leggi qui come funziona, e se ti piace compila il modulo di iscrizione, io e Alli ti aspettiamo.

E tu hai mai coltivato le patate? Nell'orto o sul balcone? E come ti sono venute? Secondo te le patate sono l'ortaggio più facile da coltivare o no? Raccontacelo nei commenti, dai.


*link affiliati

Nessun commento:

Posta un commento

Se vuoi commentare, prima leggi la nostra informativa sulla privacy, per sapere come usiamo i tuoi dati (nome e indirizzo email che dovrai inserire per commentare). Letta? Ecco, adesso puoi commentare.

Aspetta!

Lo sai che ogni mese mandiamo le nostre Lettere dall'orto e, se vuoi, anche tutti i post del blog direttamente nella tua casella di posta? Per riceverle basta che ci dici il tuo nome e il tuo indirizzo email, scrivili qui >Lettere dall'orto di Elle e Alli.