lunedì 10 dicembre 2018
ultimo aggiornamento:

Regali solidali, naturali, ecologici, tre volte utili.

Regali solidali, naturali, ecologici, tre volte utili.
Se il titolo vale come premessa, direi che dovrebbe bastare per convincerti a spendere nel modo che ti dirò fra poco i soldini che forse hai risparmiato tutto l'anno per fare i regali di dicembre. Regali di natale solidali, non è bellissimo come suona questa espressione?
Io e Alli non festeggiamo il natale, ma ogni anno veniamo invischiati in questa festa di cui a noi piacciono solo l'atmosfera che pare sospesa, magica, forse perché sappiamo che dura poche settimane. Ci piacciono anche i dolci speziati, al cioccolato o con le mele. Ci piace avere le lucine piccole in casa e le candele, che fanno vacanza da scuola; e poi quest'anno abbiamo anche la stufa a legna che ci regala il suo profumo di fumo infestante ogni volta che la apriamo per aggiungere un tronco (stiamo ancora imparando a gestire le aperture). E in fondo ci piace fare regali solidali, naturali, ecologici.



La corsa ai regali non è di questo orto.


Come ti dicevo, ogni anno, in un modo o nell'altro, io e Alli veniamo coinvolti in questa festa da quelli che, della nostra famiglia, credono nell'aspetto religioso e/o nel pensierino impacchettato con una carta natalizia comprata apposta, o fatto impacchettare in negozio, ché esce meglio. Nessuno dei nostri famigliari partecipa con ansia e distruzione alla famosa “corsa ai regali”, eppure noi il regalo di natale lo riceviamo sempre da ognuno di loro, perché un pensierino si fa anche agli atei e agli agnostici, perché non c'è nulla di male, perché a natale siamo tutti più buoni.

Elle e Alli ricambiano, naturalmente. A noi piace fare regalini belli e utili, ci vantiamo di azzeccare i gusti di tutti proprio perché non sentiamo l'urgenza di fare un regalo; ricicliamo non solo la carta da regalo ma anche i regali stessi che riceviamo, quando non rientrano nei nostri gusti ma in quelli di persone che conosciamo. Quando il regalo è azzeccato, nessuno si chiede da dove arriva. Il “pensierino”, inoltre, acquista un valore speciale quando è accompagnato da un augurio personalizzato, che, bada bene, non significa “scritto a mano”, significa scritto col cuore, cioè personalmente dedicato a quella persona, praticamente non riciclabile, perché eterno.

Io sono sempre stata una creativa, i biglietti di auguri li “costruisco” io, mentre Alli a malapena sa allacciarsi le scarpe (dice lui, ma non è vero), perciò lui ha sempre comprato biglietti di auguri equosolidali in carta artigianale. Quanto al regalo in sé...

biglietti di auguri di natale solidali
Biglietti di auguri equi e solidali usati da Alli negli anni.

Regali di natale solidali: tre volte utili.


Per rimanere fedeli a ciò in cui noi crediamo (o non crediamo), nei nostri biglietti io e Alli non scriviamo mai “buon natale”, ma sempre “buon anno nuovo”. Se il regalo con biglietto lo consegniamo prima di natale, però, ci sta benissimo un “buone feste”.

Sia la carta da regalo riusata (e si vede che lo è, perché spesso è stropicciata) che il regalo di natale in sé rispettano la nostra ideologia contraria allo spreco, allo sperpero, allo sfruttamento di cose e di persone. I nostri regalini sprizzano rispetto da tutti i pori, e non perché li facciamo a chi crede nei regali di natale nonostante noi non ci crediamo, ma perché i nostri regali di natale* sono regali solidali!

Regali solidali, naturali, ecologici, tre volte utili.
Se il regalo è azzeccato nessuno si chiede chi l'ha incartato.

Essere solidale significa essere “concorde con altri nel modo di pensare, di sentire o di agire, e pronto a condividere le responsabilità e gli impegni da essi assunti”, e i nostri regali si chiamano così perché quello che spendiamo per comprarli contribuisce all'impegno delle associazioni che li vendono o che li producono, contribuisce a sostenerle e accompagnarle nel loro credo, nella loro missione, con cui noi concordiamo. I regali solidali sono tre volte utili perché:

  1. servono a chi li riceve: una tazza è utile, una maglietta è utile, va bene, ma è utile anche venire a conoscenza di quelle associazioni e persone che costantemente si impegnano per migliorare il mondo, stando in prima linea;

  2. servono a te: con un semplice pensierino per amici e parenti aiuti un'associazione che si è impegnata a lottare per eliminare lo sfruttamento di esseri viventi e di risorse dalla faccia della terra; tu l'aiuti da casa tua, e proprio a natale, nel bel mezzo dell'assurda corsa ai regali, quando il tuo bisogno di non essere superficiale si fa impellente;

  3. servono a chi ha prodotto o commissionato l'idea regalo solidale, perché il tuo contributo finanzia le loro battaglie; ma anche:
    - perché la tua richiesta di regali di natale solidali dà lavoro a persone come noi che però, diversamente da noi, devono uscire dalla vera povertà;
    - perché quei soldi che tu spendi per un pensierino salvano una vita, a volte in extremis;
    - e perché la tua scelta dà un segnale forte, molto più forte del valore in euro del regalo in sé.

Regali solidali, naturali, ecologici, tre volte utili.
Il vero valore di un regalo solidale non si esprime in euro.

E poiché il tre è il mio numero preferito, e il nove (tre volte tre!) mi manda letteralmente in visibilio, eccoti tre associazioni no profit per tre idee regalo solidali che io e Alli apprezziamo particolarmente.

Un segnale contro la guerra: i regali solidali di Emergency. 


Emergency offre cure medico-chirurgiche gratuite alle vittime della guerra, delle mine anti uomo e della povertà. È un'associazione italiana nata nel 1994, che Alli sostiene da sempre (col 5xmille e con la tessera annuale) e che io ho conosciuto bene grazie a lui, perché prima l'avevo solo sentita nominare. Uno dei nostri appuntamenti di dicembre è cercare il loro Spazio Natale più vicino a noi (di solito andiamo o a Trento o a Bologna) per comprare i nostri regali di natale di pace e per rinnovare la tessera.

Se dalle tue parti non c'è uno Spazio Natale di Emergency puoi sempre comprare i regali solidali online, ecco i miei tre suggerimenti direttamente dal negozio online di Emergency:

Una tazza cicciona e carinissima contro la guerra, in plastica riciclata, quindi anche contro lo spreco e l'inquinamento, prodotta dal commercio Equo e solidale.
Comprala su >shop.emergency.it.

regali solidali: la tazza di emergency contro la guerra
Regali solidali: la tazza di Emergency contro la guerra.

Una maglietta da donna (ma ce ne sono anche da uomo, unisex e per bambini), color senape in cotone, il mio preferito tra questi tre regali che ti propongo, perché mi piace tantissimo il colore. E poi è contro la guerra!
Comprala su >shop.emergency.it.

regali solidali: la maglietta di emergency contro la guerra
Regali solidali: la maglietta di Emergency contro la guerra.

Un taccuino in cotone riciclato, prodotto dal commercio Equo e solidale, con pagine di carta certificata FSC e sulla copertina la stessa illustrazione di Roberto Blefari contro la guerra.
Compralo su >shop.emergency.it.

regali solidali: il taccuino di emergency contro la guerra
Regali solidali: il taccuino di Emergency contro la guerra.

Conosci già Emergency? Se vuoi approfondire la loro cultura di pace segui i loro programmi umanitari sul sito e sui social o cerca l'info point più vicino a te >qui.

Un segnale contro la crudeltà: i regali solidali di Essere Animali.


Essere Animali porta avanti indagini, salvataggi e campagne di informazione contro la violenza sugli animali, qualsiasi animale, non solo gattini e cagnolini. Va da sé che agisce soprattutto negli allevamenti intensivi, dove i suoi volontari si infiltrano per girare video che testimoniano lo sfruttamento e la morte crudele di molti animali. È un'associazione italiana che noi abbiamo conosciuto al Macrolibrarsi Fest, dove aveva un banchetto informativo: qui le ragazze di Essere Animali ci hanno parlato delle campagne attive, delle petizioni che potevamo firmare, dei video disponibili sul canale youtube di Essere Animali; e sono entrate nel dettaglio di ciò che succede agli animali rinchiusi e stipati in gabbie minuscole, privati del loro spazio vitale, mutilati, bastonati, nutriti a forza di cibi che non fanno parte della loro alimentazione naturale. E tutto per produrre il nostro cibo.
Siamo così egoisti ed egocentrici?

Per sostenere il lavoro dei volontari di Essere Animali, puoi comprare online i loro gadget come regali di natale solidali, ecco i miei tre suggerimenti direttamente dal negozio di essereanimali.org:

Una bellissima tazza con la scritta "io difendo gli animali", la mia preferita di queste tre idee regalo.
Comprala su >essereanimali.org/infoshop.

regali solidali: la tazza di essereanimali contro la violenza sugli animali
Regali solidali: la tazza di Essere Animali.

Una borsa in cotone biologico, prodotta  dal commercio Equo e solidale, con la scritta "siamo tutti animali". Al secondo posto fra le mie preferenze.
Comprala su >essereanimali.org/infoshop.

regali solidali: la borsa di essereanimali contro la violenza sugli animali
Regali solidali: la borsa di Essere Animali.

Un set di spilline con diverse frasi in inglese che significano "non sono cibo", "non sono pelliccia", "amo gli animali" eccetera. Io e Alli le avevamo comprate al banchetto informativo di Essere Animali per noi, ma se ci pensi sono simpatiche anche come chiudipacco alternativo. Io avevo scelto la gallina, perché è un animale che ho sempre odiato, e volevo fare pace: non arriverò mai ad abbracciarne una, comunque non voglio che muoiano in massa per nutrirmi. Alli aveva scelto il maialino, per riappacificarsi a sua volta con il protagonista della tradizione culinaria veneta.
Comprale anche tu su >essereanimali.org/infoshop.

regali solidali: le spilline di essereanimali contro la violenza sugli animali
Regali solidali: le spilline di Essere Animali.

Conosci già Essere Animali? Se vuoi approfondire le loro motivazioni in difesa dei diritti degli animali segui le loro campagne di salvataggio e di informazione sul sito e sui social, scopri come sostenerli in altro modo >qui, oppure come avvicinarti a una scelta alimentare vegana nel loro simpatico sito ioscelgoveg.it. Per parte mia lo sto già facendo, e da gennaio 2019 sarò effettivamente vegana, col sostegno morale dell'Alligatore ;o)

Un segnale contro le mafie: i regali solidali di Libera.


Libera è una rete di associazioni impegnate contro le mafie. È nata nel 1995 e da allora si impegna per la ricerca della verità, per la giustizia sociale, per la legalità basata sull'uguaglianza non solo sul territorio italiano ma anche, tramite Libera Internazionale, in altri paesi in Europa, Africa e America Latina. Io e Alli la conoscevamo perché si occupa di recuperare terreni e beni confiscati alla mafia, ma tramite questa loro missione Libera promuove anche il reinserimento lavorativo e sociale dei giovani e la rigenerazione urbana e culturale. Non meno importante è l'impegno di queste associazioni a mantenere vivo il ricordo delle vittime innocenti della mafia, ben oltre il 21 marzo, data della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

Se vuoi sostenere Libera ci sono molti modi, dal 5xmille alle donazioni alla tessera associativa, e naturalmente puoi comprare online i tuoi regali solidali di natale, per esempio uno dei tre che ti propongo direttamente dal negozio online di Libera:

Una borsa di cotone canvas, equa e solidale lungo tutta la sua filiera produttiva, tinta in colori atossici e chiusa con una cerniera.
Comprala su >sostieni.libera.it.

regali solidali: la borsa di Libera contro le mafie
Regali solidali: la borsa di Libera contro le mafie.

Una polo (ma ci sono anche altri modelli di magliette) in cotone equo e solidale con certificazione Fairtrade, in tre colori diversi.
Comprala su >sostieni.libera.it.

regali solidali: la polo di Libera contro le mafie
Regali solidali: la polo di Libera contro le mafie.

Infine il mio preferito dei tre: un taccuino con copertina morbida e un elastico per chiuderlo, in tanti colori diversi, prodotto interamente in Italia.
Compralo su >sostieni.libera.it.

regali solidali: il taccuino di Libera contro le mafie
Regali solidali: il taccuino di Libera contro le mafie.

Conosci già Libera? Se vuoi approfondire le sue azioni contro le mafie e la corruzione segui i suoi progetti educativi e di uso sociale dei beni confiscati sul loro sito e sui social oppure leggi cosa puoi fare tu >qui.

Quando il regalo è solidale tutti si accontentato del pensiero.


Come dicevo all'inizio, quando il regalo è azzeccato nessuno si chiede da dove arriva, ma quando è un regalo solidale tutti vogliono sapere di chi è e di chi non è, dove l'hai comprato, da chi e perché, quali sono i progetti dell'associazione, come l'hai conosciuta eccetera. L'attenzione si sposta dal regalo in sé al gesto, il pensierino diventa un segnale forte.

Se anche tu, come Alli, a malapena sai firmare col tuo nome (esagero, dai), ma vuoi un bel biglietto fatto a mano, equo e solidale, ed ecologico con cui accompagnare i tuoi regalini, scegli i tuoi biglietti di natale solidali e i chiudipacco artigianali su altromercato.it, oppure trova qui la bottega Altromercato più vicina a te. A me sono sempre piaciuti, sia da toccare che da leggere: Alli sa essere molto poetico anche se scrive come una gallina.
Se pensi di non saper scrivere non ti preoccupare, perché basta uscire dal classico "buon natale" e iniziare (su un foglio di brutta) scrivendo: "ti regalo questo [...] perché appena l'ho visto mi è sembrato un bel regalo per te così quando lo usi ...", e vedrai che frase dopo frase te ne verrà fuori una adattissima alla persona!

Io e Alli ci auguriamo intanto di esserti stati utili con questi piccoli suggerimenti per i tuoi regali di natale, se li fai. Se non li fai speriamo comunque di averti fatto conoscere tre associazioni che rispecchiano il tuo modo di pensare e di sentire, sarebbe un bel regalo per noi e per te. Se invece le conoscevi già, batti il cinque e raccontacelo nei commenti!

Curiosità.


Sapevi che dalle bacche di vischio si ricava una sostanza appiccicosa che un tempo veniva usata per un tipo di cattura degli uccelli che oggi è vietato dalla legge? Da questa pratica deriva il termine "invischiare", che letteralmente significa sia "spalmare di vischio" sia "catturare con il vischio", ma che è comunemente usato in senso figurato col significato di "restare coinvolto in situazioni dalle quali è poi difficile liberarsi".
Io e Alli anziché cercare di liberarci del natale abbiamo deciso di viverlo a modo nostro.

Ps. Hai mai usato i rametti di vischio sulla porta come buon augurio di natale o di anno nuovo?


* I nostri regali di compleanno invece sono libri.

4 commenti:

  1. Bel post davvero, spero che sia utile a chi cerca un bel regalo da fare, perché qui ci sono veramente regali utili: per chi li fa, per chi li riceve e anche per chi commercializza.
    p.s.
    Vero, vero, io no so disegnare, e prima di conoscere Elle prendevo biglietti già disegnati, mentre ora ci pensa lei, dal testo al disegno stesso :)*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però a me regali ancora quei biglietti belli equosolidali, anche con i semini di spezie da seminare nell'orto ;)*

      Elimina
  2. Brava brava! Anche io li farei equi se non li facessi autoprodotti. Quest'anno pensavo a boccettine di liquori handmade, visto che quello alla liquirizia e quello alla verbena mi sono venuti proprio buoni! :)
    Ps. Interessante l'etimologia di invischiare, non la conoscevo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi quest'anno ci proveremo con le nostre olive, mal che vada abbiamo sempre i regali equi e solidali a compensare il "pensiero". Finora ho regalato solo un po' di lavanda ad amiche insonni, mi piacerebbe veder aumentare la nostra produzione in modo da poterne distribuire in ogni dove!

      Elimina

Se vuoi commentare, prima leggi la nostra informativa sulla privacy, per sapere come usiamo i tuoi dati (nome e indirizzo email che dovrai inserire per commentare). Letta? Ecco, adesso puoi commentare.

Aspetta!

Lo sai che ogni mese mandiamo le nostre Lettere dall'orto e, se vuoi, anche tutti i post del blog direttamente nella tua casella di posta? Per riceverle basta che ci dici il tuo nome e il tuo indirizzo email, scrivili qui >Lettere dall'orto di Elle e Alli.