lunedì 12 novembre 2018
ultimo aggiornamento:

Il grande cocomero, anzi zucca.


La scorsa settimana si è festeggiato Halloween, e non voglio farmi sfuggire l'occasione di parlarvi di una cosa che mi sta molto a cuore, tra fumetti di culto e orticoltura: la storia del Grande Cocomero di Linus, che in verità era una zucca. Sempre cucurbitacee, diranno i più esperti, ma io mi sono sempre chiesto perché nei Peanuts si parlasse di Grande Cocomero invece che di Grande Zucca. C'è un albo a fumetti molto celebre, e tra i più divertenti della storia dei Peanuts, con Linus in attesa del Grande Cocomero, che però, se guardate bene è una zucca.

Perché Linus, uno dei miei personaggi preferiti tra tutti quelli creati di Charles M. Schulz, va nell'orto di cocomeri (che sono zucche), in attesa dell'arrivo del Grande Cocomero che è una Grande Zucca), la notte di Halloween? Perché lui "crede" nel Grande Cocomero (Grande Zucca), come una sorta di Babbo Natale, che sorge nell'orto di cocomeri (zucche) più sincero, per portare regali ai bambini più buoni di tutto il mondo. Al Grande Cocomero (Zucca), ci si possono anche scrivere delle lettere, proprio come a Babbo Natale. Linus cerca di convincere quasi tutti i personaggi dei Peanuts, compreso il cane Snoopy, di questa cosa, dando vita a scenette davvero surreali.


Ho sempre trovato questa striscia divertentissima, ho molti albi con queste storie, e ho pure ripreso a leggere il mensile Linus, dove da un sacco di tempo pubblicano i Peanuts (in questi mesi rimettono le strisce degli anni '50, molto poetiche, con dei personaggi ancora acerbi, ma forse per questo più veri), però ho sempre avuto questo dubbio.


Da mie ricerche e parlando con esperti della materia, ho capito che si è trattato di una scelta editoriale del mitico Oreste del Buono, tra i fondatori del mensile Linus, che l'ha pure diretto per molti anni. In occasione della traduzione di quelle strisce relative al Grande Cocomero, anzi The Great Pumpkin, cioè La Grande Zucca, preferì tradurla come Grande Cocomero, perché allora (siamo nel 1959), non esisteva in Italia la tradizione di festeggiare Halloween, con tanto di colorate zucche, scherzetto/dolcetto, feste mascherate e tutte queste cose tipiche degli Usa. Il cocomero era più conosciuto da noi, e le strisce venivano tradotte in ritardo rispetto all'uscita originale. Così in estate leggere del grande cocomero risultava perfetto. 

Ormai però risulta normale leggere Il Grande Cocomero, invece di La Grande Zucca. Anzi, mi parrebbe strano, sbagliato, il termine giusto. C'è stato pure il film di Francesca Archibugi intitolato così Il grande cocomero*. Se non l'avete mai visto ve lo consiglio, è uno dei migliori film della regista romana. Ovviamente vi consiglio anche di leggere Linus e i libri dei Peanuts*, e in particolare le sue avventure con Il Grande Cocomero (La Grande Zucca).



(*link affiliati)

16 commenti:

  1. Linus e i Peanuts sono fantastici.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  2. Vero, concordo in pieno, mi piace leggerli e rileggerli.
    Alla prossima.

    RispondiElimina
  3. Per Linus e compagnia concordo in pieno,bei tempi!

    RispondiElimina
  4. ... uuuh! quanti ricordi...
    ... avevo, e forse ancora ho, un giochino di società ...
    ... col "chiosco psichiatrico " di Lucy ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che invidia, che invidia :)
      Noi abbiamo solo alcuni albi che raccolgono le strisce dei Peanuts, e anche questa qui de Il grande cocomero (zucca), sempre divertenti da leggere.

      Elimina
  5. Chissà, forse se avesse lasciato la traduzione giusta, Halloween sarebbe arrivato qui molto prima. Grazie Oreste!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ah, ah, vero, vero (da grande intelettuale quale era OdB, forse è questo il vero motivo della traduzione sbagliata).

      Elimina
  6. Come sai abbiamo una grande collezione dei Peanuts, è una delle nostre passioni :) Linus risulta quasi commovente nella sua fede imperturbabile nel Grande Cocomero (Zucca!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche noi abbiamo una bella collezione di questi albetti dei Peanuts. Sono ancora quelli della BUR, anni '70 (comprati da me negli anni '80/'90 non ricordo più dove). Ingialliti ma stupendi. E quanto a Linus, è il mio Peantus preferito da sempre.

      Elimina
  7. Ah, eccolo l'orto. Debbo trovare il modo di segnarmi la strada con accesso diretto..
    Linus li sto ricomprando e rileggendo, sono eccezionali. ciao "Elle&Alli".. suona bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mr Hyde, benvenuto nell'orto. Sì, anche io ho ricominciato a leggere Linus, il mensile di fumetti, e ogni tanto rileggo albi Peanuts.

      Elimina
  8. E, come disse Piperita Patty:"E' la storia più assurda che abbia sentito, ma io ci credo!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ah, ah, Piperita Patty, altro bel personaggio dei Peanuts.

      Elimina
  9. Ah, ecco spiegato l'arcano della trasformazione della zucca in cocomero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi quante cose si imparano venendo nell'Orto di Elle e Alli? ;)

      Elimina

Se vuoi commentare, prima leggi la nostra informativa sulla privacy, per sapere come usiamo i tuoi dati (nome e indirizzo email che dovrai inserire per commentare). Letta? Ecco, adesso puoi commentare.

Aspetta!

Lo sai che mandiamo le nostre Lettere dall'orto con tutti i post del blog direttamente nella tua casella di posta? Per riceverle basta che ci dici il tuo nome e il tuo indirizzo email, scrivili qui >Lettere dall'orto di Elle e Alli.